RAW, il brand di cartine (e non solo) che sta facendo la storia

RAW cartine Logo

Se sei in cerca di idee per i regali di Natale, visita la nostra apposita sezione oppure guarda tutti i prodotti RAW disponibili sul nostro sito!

 

Nel 2005, un uomo di nome Josh Kesselman, il fondatore di RAW, ha un’idea geniale che nessuno prima aveva mai avuto: creare delle cartine naturali, senza additivi, fatte di canapa.

Ma andiamo con ordine.

La storia delle cartine

La storia delle cartine inizia tanto tempo fa. Intorno al 1100, in Spagna era presente un fiorente commercio di carta, in particolare da Alcoy. Qui, gli spagnoli avevano imparato dai Mori a creare la carta. Spesso veniva fatta con la canapa, ma a quel tempo si utilizzava qualunque cosa fatta di fibre. È probabile che riciclassero persino vecchi vestiti o stracci di lino!

In un primo momento, la carta veniva utilizzata per vari usi classici. Tuttavia, con la scoperta dell’America nel 1492, l’Europa scoprì anche il tabacco. Questa pianta affascinò da subito gli spagnoli per le sue proprietà e il suo sapore. Il commercio di tabacco si intensificò e raggiunse dimensioni importanti già nel 1600. I nobili cominciarono a fumare grossi sigari, arrotolati con foglie di palma e tabacco. Alla fine buttavano i mozziconi per terra, che non venivano sprecati. I più poveri raccoglievano quei mozziconi, recuperavano il tabacco che potevano, e lo rollavano all’interno di pezzi di carta. La carta che utilizzavano non era certo nuova o pulita, anzi; spesso utilizzavano anche pezzi di vecchi giornali.

Pay Pay Cartine

Vista questa nuova usanza, i fabbricanti di carta di Alcoy cominciarono a produrre della carta omogenea, pulita e bianchissima. Queste cartine erano pulite e affidabili, al contrario della carta raccattata qua e là. All’inizio le cartine venivano vendute in larghi fogli da piegare e strappare, e solo successivamente un monaco dominicano ebbe l’idea di vendere le cartine già tagliate protette da una scatola. Nel 1703 una compagnia spagnola, la Pay-Pay, cominciò a esportare queste cartine pretagliate in giro per il mondo.

Josh Kesselman e l’inizio di RAW

Nel 1993, Josh Kesselman apre un piccolo negozio di tabacchi in Florida. Appassionato di cartine e di sigarette sin da piccolo, decide di trasformare la sua passione in lavoro. Il suo negozio comincio pian piano a espandersi, fin quando nel 1997 non incontrò un imprenditore di Alcoy che gli parlò della storia di quella cittadina. Josh e quell’imprenditore entrarono in società creando due marchi innovativi. Le cartine Juicy’s Jay sono cartine aromatizzate, mentre le Elements sono cartine di riso. L’idea di produrre queste ultime cartine viene dal fatto che erano le cartine preferite di suo padre, ma l’azienda che le produceva aveva chiuso tempo prima.

I suoi progetti stavano diventando famosi, ma a Josh non bastava, e cominciò a ideare un tipo di cartine vegane e non trattate, un’idea fino ad allora mai avuta da nessuno. Nel 2004 si mise d’accordo con un fornitore di canapa naturale e fondò il leggendario marchio RAW, usando come base la leggendaria cittadina di Alcoy. Era ormai l’ultimo rimasto a fabbricare carta ad Alcoy, eppure invece di trasferire la propria fabbrica decise comunque di investire lì, mantenendo la tradizione cartaria in quella piccola cittadina.

Le cartine di canapa naturale RAW

Cartine RAW

Le nuove cartine della neonata RAW furono immediatamente un successo. Quello che le contraddistingueva dalla concorrenza era la genuinità degli ingredienti: fibre naturali, canapa, e colla naturale e non nociva. Josh fu chiaro fin da subito: quelle sarebbero state cartine al 100% vegane, senza alcun additivo e senza alcuno sbiancamento. Col tempo, la RAW ha cominciato a implementare una filigrana particolare per rendere ancora più lenta e uniforme la combustione della cartina, donando un retrogusto classico alla propria fumata.

Non fu solo l’originalità di queste cartine a stupire, altrimenti avrebbero avuto vita breve. No, è stata la qualità a conquistare tutti, tanto che ora il marchio RAW è famoso in tutto il mondo e le cartine sono diventate il nuovo standard per i fumatori. Josh non si è fermato alle cartine: da imprenditore appassionato, ha deciso di trasferire tutto ciò che aveva imparato negli anni in altri ambiti. Adesso RAW non produce solo cartine, ma anche accessori per rendere più facile o divertente rolla, per non parlare dell’abbigliamento!

Accessori RAW

Ovviamente, tutto è prodotto con la consueta affidabilità RAW. Josh Kesselman è riuscito a creare un brand con una forte identità e fortemente incentrato sui bisogni dei fumatori appassionati.

Qualche curiosità su Josh Kesselman e su RAW

Pare che Josh Kesselman non sia molto bravo a rollare le cartine, anzi! Sembra un po’ strano, eppure è vero. La sua passione per il fumo e per le sigarette, inoltre, si è sviluppata osservando il padre fare “trucchi di magia” con le cartine sottilissime di riso. Josh racconta che quando era bambino suo padre prendeva le cartine di riso, le bruciava e poi le lanciava in aria, facendole sparire! Questo perché le cartine di riso non producono cenere e bruciano in fretta. Quando decise di introdurre sul mercato le Elements, lo fece proprio in ricordo del padre e di quelle cartine di riso che lo affascinavano tanto da piccolo.

Josh, inoltre, coltiva molto tabacco nel proprio giardino di casa. Stando ai suoi racconti, il tabacco e i suoi fiori sono dei pesticidi naturali, ed eliminano insetti e parassiti che altrimenti infesterebbero le sue altre piantine. Quando poi è tempo, raccoglie le foglie e le essicca nel suo garage, e non fuma altro tabacco se non il suo. Quando lo finisce, attende la raccolta dell’anno dopo, per tenere a bada la sua dipendenza.

Per altre curiosità o video divertenti, seguite la pagina Instagram di RAW!